Bruxelles sotto una nuova luce
Pubblicato il 10.03.2008
Radeschi's version - il blog di Paolo Roversi

Ero partito per il Belgio convinto che avrei parlato un po’ di francese. Ebbene è accaduto solo al ristorante quando ho ordinato perché Bruxelles è letteralmente piena di italiani. Bella esperienza nel complesso, sopratutto grazie a Jacopo e Nicola della libreria italiana Piola Libri.

Mi sono sentito subito a casa e durante la due giorni ho respirato il clima di quando vivevo a Nizza; leggerezza nel vivere la definirei. Forse è solo nostalgia mia, non so. Dopo otto anni che vivo a Milano e all’estero ci vado spesso ma solo per lavoro ho una visione un po’ diversa del mondo. Quando ci vado a fare il consulente per la mia multinazionale le città non le vivo appieno. Me ne faccio una visione distorta…
Sabato a Bruxelles c’era il sole e il solito grigiore cui ero abituato non l’ho rivisto. Meglio così no?

Sulla strada per il ritorno ho fatto incetta di cioccolato e sigari cubani visto che non ho trovato l’Amsterdammer di radeschiana memoria :(

Chiudo con qualche foto souvenir della due giorni belga che probabilmente ripeterò (con molte sorprese) verso la fine di quest’anno.

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.