Ritorno e ripartenza

Quattro giorni off ci volevano proprio.
Sole e montagne dipinte coi colori dell’autunno. Oltre che funghi porcini, grappa e speak.
Un po’ di riposo prima dello sprint che mi aspetterà, a partire dalla settimana prossima, con l’uscita del nuovo romanzo.
Saranno week end intensi i prossimi fra workshop di scrittura e presentazioni del nuovo nato.
Il calendario con tutti gli appuntamenti è ancora in fieri. Vi posso dire che, da qui alla fine dell’anno, sarò due o tre volte a Milano, poi Treviglio, Piacenza, Suzzara, Mantova e Padova.
Di volta in volta pubblicherò luoghi e orari su questo blog e possibilmente anche su MilanoNera.
Intanto oggi si chiudono le iscrizioni per i workshop di sabato e domenica prossima alla Libreria Artemisia di Massa. Torno sempre volentieri in Toscana, in quelle zone in particolare, che per me sono legate ad un bellissimo ricordo.
Se ci sarete, anche se non è ancora certo, forse avrete l’opportunità di accaparrarvi una copia di Niente baci alla francese in anteprima.

So busy

Si chiudono oggi (ma se dite che vi mando io fate in tempo anche domani…)  le iscrizioni al workshop di scrittura creativa che terrò a Torino organizzato dagli amici dell’associazione culturale il Salotto Letterario. Sono contento di trascorrere un paio di giorni sotto la Mole. Grazie alle Olimpiadi la città ha subito una trasformazione, un balzo in avanti. Me la godrò.
In questo periodo, inoltre, sono pieno di impegni editoriali. Sto chiudendo un’antologia (di cui tornerò a parlare a breve, promesso), sto fissando una serie di presentazioni per il lancio del nuovo romanzo, sto leggendo e recensendo un po’ di libri per MilanoNera e altre testate, sono alle prese con un freepress culturale che stiamo lanciando in questi giorni e sto aspettando notizie dall’estero… Meno male che la settimana prossima c’è il ponte per riposarmi! Saranno tre giorni all’insegna del relax in montagna, qui:

Niente baci alla francese: annunciazione

Dopo qualche giorno d’attesa ecco svelato l’arcano: il mio nuovo romanzo s’intitolerà Niente baci alla francese, sarà edito da Mursia e lo troverete in libreria a partire dal 16 novembre 2007. Di cosa parlerà? Cosa succederà? Chi sarà il protagonista? Trovate tutte le risposte (o almeno una buona parte) in questo booktrailer. Se avete tre minuti di tempo cliccate su Play e fatemi sapere cosa ne pensate, perché è ancora una versione in fieri dedicata solo agli amici…
Buona visione!

*** AGGIORNAMENTO ***

Ho apportato qualche modifica al booktrailer. La colonna sonora, in particolare, l’ho dovuta cambiare per ragioni di copyright. Ora c’è un brano più lento di autore emergente che permette l’utilizzo dei suoi brani sotto la licenza Creative Commons. Il risultato mi piace.
Sto ripubblicando il video su YouTube, appena pronto lo riposto qui. Ce la fate a resistere?

Due segnalazioni

Sembra un vecchio adagio ma lo condivido: non si vince sempre. Va bene così.
Se avete ascoltate la radio lo sapete già: sabato il Premio Fedeli è andato a Marco Bettini, autore cui faccio i miei complimenti. Sarà per il prossimo giro…
Intanto mi consolo con due belle recensioni a La mano sinistra del diavolo che sono apparse in questi giorni. La prima l’ha pubblicata un giornale siciliano La voce dell’isola. Il pdf con la recensione e un mia intervista è scaricabile qui. La seconda segnalazione arriva  dal blog Uno e nessuno che parla del mio romanzo qui.

Nuova casa

In francese c’è un termine specifico per indicare l’inaugurazione bagnata con lo champagne di una nuova casa: cremaillere.
Bene, stasera, è la cremaillere di questo nuovo spazio. Un luogo che sta a metà fra il sito (che rimarrà ancora attivo per qualche tempo finché non avrò trasferito qui tutte le informazioni) e il blog che, quello sì, è già stato trasferito anche se lo storico di quasi quattro anni di blog (un po’ trascurato ultimamente a scapito del fratellone maggiore sempre avido d’attenzioni) non sono certo cancellati e anzi l’archivio rimarrà sempre a disposizione dei lettori.
Perché l’ho fatto? Non so esattamente. Deve avere a che fare con la voglia di cambiare, il desiderio di crescere. Un modo per stare dietro, in maniera più efficace, agli impegni e alle decine di cose che mi stanno succedendo ultimamente. Le racconterò qui.
Dirò la mia. Parlerò del mio nuovo romanzo in uscita. Della collana noir che curerò. Del freepress culturale che dirigerò…
Dei miei prossimi impegni cui in questo sito ho dedicato uno spazio speciale per rispondere a tutti quelli che sempre mi dicono, per citare Jannacci, eh se lo sapevo prima… Bene da oggi, niente scuse.
Per me è l’inizio di un viaggio.
Mettetevi comodi.

Il nuovo romanzo sta arrivando

Mancano tre mesi, qualcosa meno forse. Lo sto ultimando proprio in questi giorni e spero che piaccia come i precedenti. Non posso anticipare granché se non che il vecchio Radeschi sarà ancora il protagonista della storia.