Categoria «Amici scrittori»

Tornato

Dopo cinque intensissimi giorni di presentazioni, incontri e cene con l’autore sono ritornato alla base. Presto vi racconterò con foto, video e altro le mie peregrinazioni. Per ora accontentatevi di questa foto con David Peace scattata al Festivalettaratura di Mantova dopo la trasmissione Tutti i colori del giallo su Radio Due.

Incontri

Incontro ravvicinato con Paolo Conte

Due Roversi al prezzo di uno!

E’ successo ieri pomeriggio alla BIT, la borsa del turismo, allo stand del comune di Milano poco prima della presentazione della mia guida Milano Diamante; un faccia a faccia che aspettavo da tempo: i P. (puntato) Roversi a confronto: Patrizio vs Paolo. Un piacevole incontro fra quasi omonimi mantovani (NON parenti) come racconta questa bella foto.

Come diventare uno scrittore

Enrico Franceschini, inivato di Repubblica da Londra, scrittore, bukowskiano e amico ieri ha dedicato sul suo blog My Tube di Repubblica un pezzo sul mio romanzo.
Eccone un estratto.
“[…]Mi confidò il suo sogno di fare lo scrittore vero, a tempo pieno. Fui sincero: lo incoraggiai a continuare a scrivere, ma gli consigliai di tenersi ben stretto il suo mestiere di tecnico dei computer. Sono pochi quelli che campano scrivendo libri. E affermarsi, in questo campo, avere un proprio pubblico che ti segue, è difficile quasi come vincere alla Lotteria (vabbè un po’ meno difficile – diciamo, in omaggio al nostro amato Buk, quasi come vincere alle corse dei cavalli). E invece sbagliavo. Paolo Roversi ce l’ha fatta. Da allora mi ha sempre mandato i suoi libri, che mi sono sempre piaciuti, perchè si leggono come si beve un bicchiere di vino, vanno giù d’un fiato. Ma mi era rimasto il dubbio di sapere come ha fatto. E adesso, aprendo “L’uomo della pianura”, l’ho scoperto. Non gli sono mai piaciute le imprese facili. Non lo stimolano. Il segreto della riuscita di un piano sta tutta in una parola: preparazione. E Paolo Roversi si è preparato per bene. Prima o poi, era destino che uno così ce la facesse a realizzare il suo sogno di diventare uno scrittore.”
Il pezzo completo è visibile qui.

Noir, canederli & grappa

Una due giorni in trentino davvero bella quella appena trascorsa. Sopratutto per la compagnia: quella di  Massimo Carlotto, uno dei più grandi scrittori noir in attività. E’ stata una doppia presentazione del suo romanzo Perdas de Fogu: il mattino alla libreria Ubik di Bolzano, il pomeriggio in una gremitissima libreria Ubik di Trento. Nel mezzo. …