Striscia la notizia raccomanda La confraternita delle ossa – video

L’anno nuovo per il sottoscritto e il suo personaggio seriale Enrico Radeschi inizia nel migliore dei modi. Ieri sera, infatti, all’interno del programma Striscia la notizia uno dei conduttori, Ezio Greggio, ha consigliato la lettura del mio thriller La confraternita delle ossa edito da Marsilio.
Se ve lo siete perso ecco il filmato qui di seguito.

Metti una sera a cena (con delitto) con Radeschi e Sebastiani

I lettori hanno rifatto la magia. Dopo il tour dei luoghi del romanzo, mercoledì 16 novembre  si è tenuta la cena con delitto con protagonisti Enrico Radeschi e Loris Sebastiani. Si è andati in scena al Paso de los Toros (locale radeschiano doc che trovate descritto a pagina 305 de La confraternita della Ossa e in praticamente tutti gli altri romanzi della serie). L’idea è partita da Andrea Silvestri (membro entusiasta della Confraternita dei lettori) che ha scritto e interpretato la pièce (nella foto sopra è quello alto che veste i panni del vicequestore Sebastiani mentre al centro c’è Radeschi e a destra il gestore del locale, Davide).
Cena con delitto

La serata è stata intensa e divertente e tutti i commensali hanno indossato, almeno per un paio d’ore, i panni del detective. Esperienza sicuramente da ripetere!
Ora la compagnia degli attori è carica e se qualcuno a Milano o in giro per Italia è interessato a una cena con delitto radeschiana non ha che da comunicarcelo scrivendo qui.

Radeschi in finale al premio Scerbanenco? Basta un voto online

A quanto pare il mio romanzo La confraternita delle ossa è semifinalista al premio Scerbanenco 2016. Siamo in 24 e per entrare nella cinquina dei finalisti mi occorre anche l’aiuto dei lettori. Come? Con un voto online che potete esprimere qui (bisogna registrarsi ma ci mettete un minuto) : http://www.noirfest.com/2016/scerbanenco.asp
Potete esprimere fino a cinque preferenze ma anche una soltanto: occhio che se non lo fate Radeschi vi hackera il PC!
Grazie per l’aiuto e mi raccomando: fatelo subito perché c’è tempo solo fino alla mezzanotte del 22 novembre.

Cinque intere pagine di “Mistero” sulla Confraternita delle Ossa

mistero3La rivista Mistero (nata dall’omonimo programma che va in onda su Italia Uno) nel numero di ottobre che trovate in edicola in questi giorni dedica ben cinque pagine ai “misteri” raccontati nel mio thriller La confraternita delle ossa.
Oltre a un approfondimento sulla confraternita dei disciplinati il pezzo, scritto da Alessandro Bongiorni, è arricchito da una lunga intervista al sottoscritto. Ecco un paio di passaggi.

 

 

Com’è nato “La confraternita delle ossa”?
Quando ho messo piede per la prima volta in San Bernardino alle Ossa, e dopo aver approfondito la storia di quella chiesa, ho avuto un’illuminazione. È un luogo estremamente tetro e interessante. Di Milano è stato raccontato di tutto, e mi sembrava che nessuno avesse descritto veramente la storia di questo posto. Non potevo non farlo quindi. Le storie ti vengono a cercare. Poi quando scopri che anche San Carlo Borromeo, uno dei personaggi più in vista della storia della città, era un disciplinato… Ho intravisto subito il potenziale

mistero1

Tre parole, con una breve spiegazione, per descrivere Enrico Radeschi.
«Ne scelgo tre che iniziano tutte con la stessa lettera. Incosciente: perché si butta a capofitto nelle indagini anche mettendo in pericolo la propria vita. Ironico: perché anche quando la situazione è nera non risparmia mai una battuta di spirito. Imprevedibile: perché quando è dietro una tastiera del PC o in sella alla sua vespa gialla non sai mai cosa potrà fare»

 

La confraternita delle ossa va in ristampa a due settimane dall’uscita!

Posso solo dire grazie: a voi lettori, a chi mi ha sostenuto, ai “confratelli” che hanno contribuito con le loro idee e il loro supporto al successo di questo romanzo.
La confraternita delle ossa da oggi è in ristampa!
Radeschi è partito a tutta birra in sella alla sua vespa gialla: in due settimane abbiamo bruciato la prima edizione e dalla fine della settimana prossima arriverà in libreria la seconda edizione.
L’autore ne è molto felice! Avanti così!

La prima indagine del ficcanaso Radeschi

Sabato scorso la Gazzetta di Parma ha dedicato un lungo e lusinghiero articolo al mio nuovo romanzo La confraternita delle ossa.
Ecco alcuni estratti:

Un romanzo che mantiene sempre alta la tensione narrativa ma che, talvolta, riesce a smorzare i toni neri con ironia

E ancora

Con «La confraternita delle ossa», Roversi fa un viaggio nel tempo e ci mostra un Radeschi decisamente diverso da quello attuale: più imbranato e meno tecnologico, comunque
sempre in difficoltà con le donne. E alla ricerca del suo grande amore motoristico: il famoso Giallone, una Vespa del 1974

Potete leggere l’articolo completo cliccando sull’immagine qui sotto.

gazzetta_parma_17092016