Mangialibri mangia Buk

“Percorrendo pagina dopo pagina la biografia stesa da Roversi – ecco che sbucano istantanee legate non solo alla vita e alle opere del vecchio Buk, ma soprattutto un fiume di immagini che vi riporta al dolce ricordo della vostra esperienza di lettura di Hank Chinaski: il riemergere del vostro primo incontro con l’autore, il ripensare a quello sperduto libro nella stanza di una biblioteca di provincia che ve l’ha fatto incontrare, il confrontare la vostra personalissima immagine di Charles con quella ritratta da Roversi e infine tutte quelle chiacchierate con gli amici sulla stramba figura di questo particolarissimo autore, l’unico genio letterario che ha colpito lo sconfinato popolo dei lettori prima che la critica si accorgesse anche solo minimamente di lui.”

E’ un estratto della recensione che Mangialibri ha dedicato alla mia biografia su Charles Bukowski. Potete leggere la recensione integrale cliccando qui.

Libero, di dire la mia

Il Vecchio, però, mi ha insegnato a non mollare, a tenere duro di fronte alle delusioni – inevitabili quando sei un esordiente – perché la scrittura è fatica e gli obiettivi si raggiungono solo coi sacrifici.

E’ stata pubblicata oggi sul blog Liberi di scrivere una mia intervista in cui parlo di Bukowski, di noir, delle inutili etichette e di come\dove scrivo. Il link qui.

Quel sogno americano affogato nell’alcol

Mancano pochi giorni – data prevista per l’uscita in libreria 25 agosto – ma ieri Il Giornale ha dedicato quasi una pagina, la prima della cultura, al vecchio Bukowski con un articolo intotolato come questo post. Il pezzo – in cui mi si cita  e si cita il mio lavoro – è ampiamente ispirato alla biografia in uscita. Lo si può leggere qui.
Per festeggiare, dunque, cosa c’è di meglio che onorare la memoria dello scrittore brindando alla sua salute con un Mojito?

Meno otto

Non è il clima, tranquilla, ma il countdown all’uscita del mio saggio su Charles Bukowski di cui ieri, 16 agosto, si sarebbero festeggiati i 90 anni. Il volume sarà il libreria il prossimo 25 agosto e sarà edito da Castelvecchi. Nell’attesa alcuni fortunati giornalisti hanno già potuto leggerlo.
Ecco i primi pezzi usciti: qui, qui, qui e qui.