Categoria «Taccuino di una sbronza»

Un mantovano a Casa Artusi

Invitare un buongustaio a Casa Artusi è come invitarlo a nozze (per quanto io detesti i matrimoni), invitare un giallista al Gusto del Giallo, ancora meglio. Venerdì scorso la presentazione seguita da convivio alla Casa Artusi di Forlinpopoli è stata una bellissima esperienza. Già solo visitare la biblioteca e sedersi alla scrivania che fu di Pellegrino Artusi ha il suo perché. La presentazione è andata bene: pubblico interessato e divertito. Un’ora rilassata e molto partecipata devo dire.
Per non parlare della cena: perfetta e mantovana (come si può vedere dal menù).

Il Taccuino recensito su TeleNova

Domani, sabato 21 febbraio, l’emittente TELENOVA nella rubrica SPECIALE LIBRERIA recensirà (spero bene) il mio Taccuino di una sbronza (Kowalski).
La rubrica andrà in onda nel corso delle tre edizioni del TG: della mattina (ore 7), del giorno (ore 14.15) e della notte (ore 23)
Qui a Milano si vede e almeno in una delle tre repliche spero di vederla 😉

Una buona ragione per scrivere

Perché si scrive? Certo la risposta può essere lunga e articolata: un bisogno interno, una vocazione e altre mille balle del genere. Non ve le propinerò.

Taccuino a tempo di Rock(eRilla)

Prima recensione dell’anno per il Taccuino sul numero di gennaio di RockeRilla.
Il mensile definisce il romanzo Una lettura leggera e spiritosa che prova ad affogare in una surreale sbronza la depressione nella quale le ultime elezioni hanno precipitato metà del paese