Un giorno di ordinaria follia, così D di Repubblica racconta #irafunesta

d-repubblica-18022012

Chi ama i gialli non può perdersi “L’ira funesta”, scritto da Paolo Roversi, thriller su un’indagine nella provincia italiana. Il sospettato numero uno? Un uomo senza tranquillanti…

Ecco l’attacco della recensione di Katia Brega su D di Repubblica dedicata al mio ultimo romanzo L’ira funesta edito da Rizzoli.
La recensione completa può essere letta qui
Qui sotto il richiamo nella homepage di D di Repubblica al pezzo.
d-repubblica-18022012-2

Paolo Roversi a cavallo tra Kill Bill e Don Camillo #ArenadiVerona #bresciaoggi #irafunesta

ArenaIeri nelle pagine culturali de L’Arena di Verona, Brescia Oggi e del Giornale di Vicenza è uscita una recensione con intervista che lo scrittore e giornalista Adamo Dagradi mi ha fatto riguardo al mio ultimo romanzo L’ira funesta (Rizzoli).

Eccone un estratto:
Un inizio al fulmicotone per L’ira funesta, nuovo romanzo di Paolo Roversi e secondo per la casa editrice Rizzoli, dopo il successo di Milano Criminale. Un inizio che vede tornare l’autore ai luoghi che hanno dato vita ai personaggi e alle atmosfere delle sue opere migliori: quella Bassa Padana surreale, sonnolenta, pronta a esplosioni di violenza, nella quale Roversi, originario di Suzzara (dove ogni anno organizza il festival letterario Nebbia Gialla), è nato e cresciuto. UN ROMANZO pieno di novità, a cominciare dal tono, più spigliato e comico del solito, fino alla presenza di un eroe inedito, il maresciallo Omar Valdes, al quale tocca risolvere un omicidio perpetrato a colpi di spada. Tutti credono che il colpevole sia il matto del paese, il Gaggina, preda di una crisi a seguito della chiusura per ferie della locale farmacia. La situazione, però, è più complicata. Al lettore il piacere di sciogliere i nodi di una trama dalle evoluzioni imprevedibili.

ArenaLN130212-Page55_tnl
L’articolo completo può essere letto qui.

Ira funesta del gigante, gli intrighi della Bassa #GiornalediBrescia #irafunesta

GiornaleDiBresciaSabato scorso nella pagina dei libri del Giornale di Brescia è uscita una bella recensione del mio romanzo L’ira funesta a firma di Claudio Baroni.
Eccone un estratto:
Accanto all’intreccio del giallo, che c’è comunque tutto, il romanzo trae il suo fascino intrigante proprio nell’affresco di storie, drammi e follie di questa gente della Bassa, variegata gamma di universale umanità.

L’articolo completo può essere letto qui.