I dieci film che ispirarono Milano Criminale

Ieri è comparso un articolo su Affari Italiani dedicato a Milano Criminale e alle sue traduzioni estere in cui mi è stato proposto di redigere la lista dei dieci poliziotteschi che preferisco.
Ci ho riflettuto e secondo me ne è venuta fuori una top ten carina anche se non si può certo dire che quelli citati siano tutti poliziotteschi. Anzi. A voi scoprire quali.

Ecco dunque a voi la lista dei film di genere che mi hanno più influenzato nella stesura di Milano Criminale.

1) Milano Calibro 9 di Di Leo, in assoluto un capolavoro. Gastone Moschin che interpreta Ugo Piazza è impareggiabile;

2) Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto di Elio Petri, con Volonté a cui mi sono molto ispirato anche per il romanzo. Bellissimo;

3) La Mala ordina sempre di Di Leo, un vero genio del genere;

4) I ragazzi del massacro. Ancora di DI Leo e tratto dal bellissimo romanzo di Giorgio Scerbanenco (che tra l’altro figura anche come personaggio nel mio romanzo…);

5) Svegliati e uccidi di Lizzani ispirato alla vita di Luciano Lutring il Solitsta del mitra, anche lui fra i protagonisti del mio romanzo;

6) Banditi a Milano di Lizzani, anche questo fondamentale per la stesura del libro e per la ricostruzione delle gesta della Banda Cavallero;

7) Milano Rovente di Umberto Lenzi, un classico del genere;

8) Milano Odia di Umberto Lenzi, idem come sopra;

9) Lo zingaro con Alain Delon, liberamente ispirato a Lutring;

10) Milano Violenta di Caiano;

L'autore Paolo Roversi

Scrittore, giornalista, sceneggiatore e organizzatore di festival crime. Grande appassionato di tecnologia. Tutto in ordine sparso. Bio completa qui

Leggi tutti gli articoli di Paolo Roversi →