Il mio nome è Bukowski
Pubblicato il 14.11.2006
copertina_300dpi_BUK-171x300

[Questo romanzo è stato poi ristampato un paio d’anni più tardi in versione ampliata e corretta col titolo Taccuino di una sbronza]

Storia dell’uomo che si risvegliò dal coma etilico credendosi Bukowski
Il primo romanzo su Charles Bukowski. Con una prefazione del grande giornalista bukowskiano di Repubblica Enrico Franceschini.

La trama
Carlo Boschi è un uomo tranquillo. Trentadue anni, laureato alla Bocconi, impiegato di banca modello, testa sulle spalle e prossimo alle nozze con la storica fidanzata Sara Rovelli. Un prodotto perfetto della Milano da bere, insomma.
Le nozze con Sara sono fissate per il 12 marzo 1994. Dieci giorni prima della cerimonia, Romeo, il miglior amico di Boschi, decide di fargli vivere un addio al celibato diverso e memorabile: tre giorni etilici a Dublino. Qui, in seguito ad una sbronza colossale, Carlo cade in coma etilica. Quando si risveglia, alcune ore dopo, non è più lo stesso: è convinto di essere la reincarnazione del suo scrittore preferito, Charles Bukowski, morto proprio quella notte. Da quel momento in avanti, la sua vita cambierà radicalmente e della sua identità precedente non ricorderà più nulla. Rinuncerà a sposarsi, abbandonerà il lavoro e si produrrà in una serie di comportamenti del tutto inusuali per lui ma perfettamente calzanti per Bukowski come rimorchiare donne nei bar, vivere di espedienti e di lavori saltuari, ubriacarsi ogni notte, farsi assumere come postino, tenere sgangherati reading di poesia, scrivere racconti a notte fonda con l’illusione un giorno di pubblicarli, frequentare assiduamente le corse dei cavalli, fare a pugni nei vicoli…

Le recensioni

TestataDataTitolo articolo
13/04/2007Bukowski: storia di un mito
01/03/2007LeggereTutti recensisce Il mio nome è Bukowski
26/01/2007Libri – Consigliati da viterbocitta.it : “Il mio nome è Bukowsky” di Paolo Roversi ( Fermento)
01/12/2006Recensione de Il mio nome è Bukowski de La Tela Nera
21/11/2006Stilos recensisce Il mio nome è Bukowski
21/11/2006Recensione di Il mio nome è Bukowski su Raramente.net
19/11/2006 Il mio nome è Bukowski di Paolo Roversi
15/11/2006Il mio nome è Bukowski (recensione su Arteinsieme)
14/11/2006Lancio dell’agenzia AISE sul libro
03/11/2006Recensione romanzo Il mio nome è Bukowski
03/11/2006Recensione Il mio nome è Bukowski
03/11/2006Recensione Il mio nome è Bukowski su Ultimapagina
01/11/2006Recensione Il mio nome è Bukowski e intervista all’autore su ImolaOggi
01/11/2006Recensione Il mio nome è Bukowski su Librando
Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.