Il Taccuino finalista al Premio Giallo e Noir mediterraneo
Pubblicato il 03.12.2008
Radeschi's version - il blog di Paolo Roversi

E’ da tempi non sospetti che sostengo che il giallo non debba essere necessariamente un romanzo in cui ci sia un morto.
E’ sufficiente che venga raccontata un’investigazione (anche psicologica), che ci sia un mistero da svelare e sotto questa ottica anche Taccuino di una sbronza può essere considerata una vicenda gialla. Questa almeno è l’opinione, che mi rallegra molto ça va sans dire, della giuria che ha scelto il mio romanzo come uno dei dieci finalisti della seconda edizione del Premio Giallo e Noir Mediterraneo di Sassari.
Insieme al sottoscritto autori di tutto rispetto e di grosso calibro quali: Alicia Giménez – Bartlett, Serge Quadruppani; Marcello Fois; Mauro Marcialis, Massimo Carlotto, Francesco Abate, Valerio Varesi, Girolamo De Michele, Nicola Verde
La finale sarà il 12 dicembre 2008 a Sassari.  Vada come vada io sono già molto contento ;)
Tutte le informazioni qui

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.