La dolce vita italiana di Belgrado
Pubblicato il 21.10.2008
Radeschi's version - il blog di Paolo Roversi

Cari tutti, sono in partenza. Giovedì mattina lascio l’Italia per trascorrere tre giorni in Serbia, a Belgrado ospite dell’istituto italiano di cultura insieme a Margherita Oggero, Giampaolo Simi e Luca Crovi per tenere un paio di conferenze nell’ambito dell’VIII SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA NEL MONDO e del 53° SALONE DEL LIBRO DI BELGRADO.
Parleremo di gialli e di noir anche se il titolo degli incontri, per stare in tema coi cliché che ci contraddistinguono all’estero, sarà LA DOLCE VITA ITALIANA. ;)

Dicono che Belgrado sia una città bellissima. Vi saprò dire. Sabato sera magari, quando sarò a Torino per una Late Nite. In quali condizioni lo ignoro.
Intanto segnatevi gli appuntamenti cui prenderò parte e che qui riporto in lingua originale.

PETAK, 24. OKTOBAR

10.00: La dolce vita italiana UMETNOST: DOKUMENTARNI FILM “?oto i kapela Skrovenji u Padovi” – Beogradski sajam  – Štand EUNIC – Hala XIV

12.00 – La dolce vita italiana: KNJIŽEVNOST I DRUŠTVO: okrugli sto: “Krimi roman. Tendencije u italijanskoj književnosti”, uc(estvuju pisci: Margerita O?ero, ?ampaolo Simi, Paolo Roversi, Danilo Penone, moderator: Luka Krovi. Beogradski sajam  – Konferencijska sala, Hala XIV  (predvidjen je simultani prevod)

14.00 – Mini kurs jezika – francuski, italijanski, španski, nemac(ki – Beogradski sajam  – Štand EUNIC – Hala XIV

15.00 – La dolce vita italiana: KNJIŽEVNOST I DRUŠTVO: susret sa piscima Margeritom O?ero, Lukom Krovijem, Paolom Roversijem – Beogradski sajam  – Štand EUNIC – Hala XIV

20.00 – La dolce vita italiana: POZORIŠTE/KOMEDIJA DEL ARTE: “Arlekino/Don ?ovani”, u produkciji pozorišne trupe Pantakin iz Venecije u Pozorištu mladih, Ignjata Pavlasa 8, Novi Sad

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.