Notte di mala milanese con Lutring e Pelé
Pubblicato il 24.01.2008
Radeschi's version - il blog di Paolo Roversi

MalaRicordi è stato uno di quegli eventi cui davvero fa piacere partecipare.
Riuscitissimo con un teatro pieno di gente interessata (tanto che hanno dovuto lasciare qualcuno fuori!) non solo al bellissimo documentario MalaMilano di Curagi e Gorio ma anche al dibattito che è seguito e che è durato fin dopo mezzanotte quando sono venuti a buttarci fuori dal teatro La scala della vita.

In gran spolvero gli ospiti del dibattito che ho condotto: il solista del mitra Luciano Lutring e il musicista del bidofono Pelé.
Si è parlato di come era la Liggera fino agli anni sessanta. I quartieri Ticinese e Isola, il clan dei Marsigliesi a Milano, la rapina di via Osoppo…

Il tutto raccontato attraverso le voci dei protagonisti e le immagini dell’epoca. Davvero coinvolgente. Personalmente ho molto apprezzato gli interventi video di Primo Moroni che ha preso per mano noi spettatori per raccontarci anche sociologicamente e con un punto di vista mai banale cos’era la malavita di quell’epoca.
Una malavita che fronteggiava a viso aperto la Madama in un rapporto di mutuo rispetto.
“Oggi”, commentava un ex poliziotto nel documentario “si è passati dalla malavita alla criminalità e non c’è più rispetto”.
Grazie a Luca Zioni, promotore dell’evento, per avermi coinvolto in questa esperienza che spero di poter ripetere.
La serata, comunque, un seguito ce l’avrà sul web: il dibattito è stato filmato e registrato e appena possibile lo pubblicheremo mettendolo a disposizione su YouTube e naturalmente su MilanoNera.

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social

Latest posts by Paolo Roversi (see all)

Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.