Ora del primo ciak nella Bassa: un cortometraggio ispirato al nuovo romanzo
Pubblicato il 14.06.2012
Radeschi's version - il blog di Paolo Roversi


Stasera si parte per la Bassa per un nuovo interessantissimo progetto. Da domani, infatti, mi attende una intensa tre giorni di riprese per il cortometraggio ispirato al mio nuovo romanzo che uscirà nel 2013 per Rizzoli. Il cortometraggio sarà poi presentato ai principali festival internazionali di genere e proiettato al festival NebbiaGialla 2013.
Il cortometraggio s’intitola Il giorno in cui il Gaggina impazzì e impugnò la katana. La durata è di circa 15 minuti e verrà girato a Suzzara, Villa Saviola, Torricella di Motteggiana e Vigevano (PV) da venerdì 15 a domenica 17 giugno.
Si tratta, in pratica, di un minifilm (scritto e sceneggiato da me) ispirato al mio prossimo romanzo che sarà ambientato proprio in queste zone.
La giornata clou (per chi fosse interessato a partecipare o solo per venire a dare un’occhiata) sarà sabato 16 quando intorno a mezzogiorno saremo presso la piscina di Torricella per una delle scene più spettacolari per le quali avremo bisogno di molti figuranti. Idem per la sera di sabato intorno alle ore 22 quando in un locale del centro l’NE wine cafè (l’ex bar Giara) di viale Zonta 2/a gireremo una scena per la quale sarà necessario l’intervento di molti figuranti.

Il protagonista del corto sarà Stefano Chiodaroli.
L’altro attore principale sarà Sergio Scorzillo.
Il regista sarà Donato Pisani
La colonna sonora sarà realizzata dai Ridillo e il cantante Bengi Benati interpreterà anche una parte nel cortometraggio.
L’iniziativa è patrocinata dal comune di Motteggiana e di Suzzara.
I vestiti di scena sono di Avirex e lo sponsor per le bevande è la cantina Cleto Chiarli.
Si ringrazia per la collaborazione e l’aiuto il ristorante pizzeria Tre Soci di Villa Saviola (dove gireremo sabato mattina e dove la troupe sarà a cena venerdì sera se qualcuno di voi vuole aggregarsi), l’NE wine cafè (l’ex bar Giara) di Suzzara e la Piscina di Torricella.

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.