Ritratto di scrittore in vespa
Pubblicato il 21.12.2007
Radeschi's version - il blog di Paolo Roversi

Bella presentazione martedì sera a casa Mursia. Diversa dal solito. Tanta gente e clima rilassato fra bottiglie di bianco, quadri colorati di Guido Averna, la playlist del romanzo (nei prossimi giorni pubblicherò l’elenco completo delle canzoni anche sul blog), il filmato della TamaVideo (il bravo Luca ha anche effettuato delle riprese che sono molto curioso di rivedere) girato l’estate scorsa fra Milano e la Bassa
E poi tanti amici, lettori, colleghi scrittori. Un buffet ed un angolo alcoolico di tutto rispetto, cui abbiamo largamente attinto. ;)
La sorpresa della serata è stata un ritratto che Guido mi ha fatto (e che qui vedete anche se la qualità della foto non è eccelsa). Un Roversi-Radeschi in vespa, rigorosamente senza barba (perché dice non la vuole dipingere), che salutava i visitatori all’ingresso.
Il colpo d’occhio, comunque, non deludeva sia per la presenza di pubblico sia per la vetrina di libri e quadri (qui sotto).

Come potete immaginare, il tour di presentazioni prenatalizio si chiude qui. Riprenderà il 12 gennaio dalla libreria del Giallo di Milano per poi proseguire a Palermo, Roma, Novara, Parma e con molte altre tappe sulla via Emilia. Ora però stacco la spina. Ho un paio di idee per il quarto romanzo della serie Radeschi (ormai inevitabile a detta di tutti) che probabilmente prenderà la sua prima forma durante le feste.
L’anno prossimo, poi, ricomincerò anche con i workshop. Si riparte il 13 gennaio alla Libreria Equilibri, poi Palermo, Torino, Milano e probabilmente anche una serie di incontri sulla scrittura promossi proprio dal mio editore di cui io sarò il docente. I dettagli dopo l’epifania. Sempre che non ci sommerga di carbone.

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.