Scrivete come se doveste correre la maratona di New York

Correre.
Prepararsi alla gara.
Riscaldarsi.
Allenarsi ogni giorno.
Non è importante quando lo fate: all’alba, a notte fonda, in pausa pranzo, dopo un pisolino, mentre cenate. Come gli atleti che si preparano per una competizione tanto faticosa e massacrante come la maratona dovete avere disciplina. La scrittura è questo: disciplina e allenamento. Costanza e sacrificio.
Scrivete ogni giorno, anche poche righe. Oppure pensate alla scrittura, allo sviluppo della storia. Scrivere non significa soltanto mettersi al PC e digitare. Significa anche costruire dei mondi e lo potete fare in qualsiasi momento: mentre guidate, mentre siete in tram, mentre fingete di ascoltare qualcuno molto noioso seduto di fronte a voi…
Un dei segreti per scrivere un romanzo perfetto (oltre a queste cinque regole fondamentali) è: allenarsi come un maratoneta.
Scrivete (o pensate intensamente a quello che scriverete) ogni giorno. Come se doveste correre la maratona di New York.

 

L'autore Paolo Roversi

Scrittore, giornalista, sceneggiatore e organizzatore di festival crime. Grande appassionato di tecnologia. Tutto in ordine sparso. Bio completa qui

Leggi tutti gli articoli di Paolo Roversi →