Oggi è il giorno del Drago: Il morso del Drago #LorenzoVisconti

Sapete cos’è un nom de plume? Uno pseudonimo, un nome diverso dal tuo che utilizzi per raccontare storie inedite, rivolte al tuo pubblico ma anche ad uno nuovo, più ampio, magari che frequenta poco le librerie ma che legge, legge in digitale, sul Kindle. Quello che ho scelto io è Lorenzo Visconti.
La scommessa risale a più di un anno fa, quando solo per Amazon è uscito il primo volume della serie Dragon: La legge del Drago. Da allora è stata una lunga cavalcata di emozioni: migliaia di lettori si sono innamorati – giorno dopo giorno – del personaggio e della serie, fino a diventare più numerosi di quelli delle librerie, tanto che Dragon in autunno uscirà anche per un editore tradizionale in tutte le librerie italiane.
Insomma ci sono parecchi buoni motivi per leggere la nuova avventura del Drago in vendita da oggi: s’intitola Il morso del Drago e la trovate in formato ebook e cartaceo.  E se ancora non avete letto i precedenti questo è il momento buono:  La legge del Drago e Le piume del Drago oggi sono a prezzo scontato.

Il ritorno di Lorenzo Visconti: Le piume del Drago #dragon

Come tutte le serie TV che si rispettino si attende con trepidazione il seguito…
L’attesa è finita: domani esce Le piume del Drago la seconda puntata della serie noir #Dragon, scritta come fosse una serie TV e raccontata in prima persona dal protagonista: Lorenzo Visconti detto il Drago.
Martedì 16 maggio era uscito il primo romanzo La legge del Drago.
Da domani, martedì 25 luglio, arriva il secondo episodio Le piume del Drago.
Lo trovate in vendita solo su Amazon a € 4.99.
Cosa aspettate a prenotare la vostra copia?

p.s.  Tranquilli si possono leggere separatamente e nell’ordine che volete…

Dragon la prima serie TV che si legge su Kindle Amazon

Succede che a un autore venga voglia di cimentarsi in progetti nuovi, diversi dal solito. Succede che decida di creare una serie noir, scritta come fosse una serie TV e raccontata in prima persona dal protagonista: Lorenzo Visconti detto il Drago.
Succede poi che Amazon decida di pubblicarla e di farne la prima serie TV che si legge su Kindle: #Dragon.
Succede e sono cose belle.
Martedì 16 maggio arriva il primo romanzo La legge del Drago . Lo trovate in vendita solo su Amazon a € 4.99. Cosa aspettate a prenotare la vostra copia?

Dragon la prima serie TV che si legge su Amazon Kindle

Oggi ne compio quarantadue. E penso non ci sia modo migliore di festeggiare se non quello di annunciarvi che presto verrà pubblicata una nuova serie crime. Manca ancora un po’ di tempo così per il momento mi limito solo a fornirvi qualche anticipazione.

legge del drago

Sarà la prima serie crime di Amazon Publishing e si chiamerà Dragon.
Sarà la prima serie TV da leggere su Kindle.
dragoLogoI romanzi della serie NON li troverete in libreria: saranno disponibili e ordinabili solo su Amazon sia in formato epub che cartaceo.
Il nome dell’autore è Lorenzo Visconti cioè io sotto pseudonimo dichiarato.
Perché lo pseudonimo? Perché si tratta di un progetto nuovo e diverso da tutti quelli che ho fatto in precedenza.  Per me è stato un po’ come scrivere una serie TV per Netflix: un prodotto che si vende (e si legge su Kindle) solo online in cui poter osare cose diverse.
Lorenzo Visconti è il protagonista (e l’autore) della serie e racconterà le sue avventure in prima persona.
Lorenzo Visconti è un ex sbirro ed ha un soprannome: Drago.
Ci sono due #hashtag che potete usare sui social: #laleggedeldrago e #dragonlaserie

La copertina de La legge del Drago di Lorenzo Visconti pubblicato da Amazon Publishing
La copertina de La legge del Drago di Lorenzo Visconti pubblicato da Amazon Publishing

Il primo romanzo, La legge del Drago uscirà ad aprile (sul sito potete già prenotarlo; c’è scritto che verrà pubblicato a maggio ma secondo me riusciremo ad essere pronti per Tempo di Libri…).
Nei prossimi giorni arriverà un sito dedicato alla serie e un trailer (che è bellissimo!)…
Di tutto questo però vi racconterò nel dettaglio a tempo debito.
Se morite dalla curiosità potete diventare fan su Facebook della pagina del Drago dove mano a mano posterò tutte le informazioni. Grazie!

Il self publishing è una buona idea?

Sulla scorta del mio post su come “scelgono” i manoscritti gli editor e anche sulla difficoltà di agganciare gli stessi, un lettore mi chiede lumi riguardo al self publishing:

La pubblicazione on line può essere valida? Magari con Amazon?

La mia risposta è: dipende.  Trovo il self publishing ottimo per racconti e testi brevi e meno efficace per i romanzi.
Pubblicarsi da soli un romanzo, secondo me,  fatte salve le solite eccezioni, è un’impresa destinata ad ottenere risultati modesti.
Tutti – esordienti ed autori affermati – hanno bisogno di due figure fondamentali (che solo una casa editrice seria può mettervi a disposizione): un editor che lavori sul testo insieme a voi e un bravo correttore di bozze che “ripulisca” il testo da tutti gli ORRORI ortografici e grammaticali.
Se vi auto-pubblicate il vostro romanzo conterrà quasi sicuramente dei refusi (molti refusi e il lettore arriccerà il naso) e, in alcuni passaggi, risulterà farraginoso o poco chiaro (un editor generalmente vi fa riflettere sul testo e anche riscriverne delle parti per migliorarle).
Gli stessi problemi, certo, li potrete riscontrare anche con un racconto ma sicuramente in misura minore e, ritengo, tollerabile. Pubblicarlo vi darà comunque visibilità e anche la possibilità di farvi conoscere. Lo potrete mettere autonomamente su Amazon a un prezzo competitivo (€ 0,99 o anche gratis per un periodo, cosa che non vedrei bene per un romanzo).
Personalmente mi sono cimentato in un esperimento simile auto-pubblicandomi un racconto dal titolo Il diavolo della Tasmania in lingua inglese su tutti gli store Amazon (qui tutta la spiegazione e qui un primo bilancio dell’esperimento che vi invito a leggere).
Prima di buttarvi nell’impresa, però, permettetemi di darvi un ultimo consiglio: considerate l’idea di farvi disegnare una bella copertina (ho spiegato qui quanto sia importante).

 

 

Dieci frasi che uno scrittore ha sentito almeno una volta nella vita (e che non vorrebbe risentire)

Le abbiamo sentite tutti. Alcune più spesso di altre. In diverse varianti, con parole o concetti simili. Ecco una selezione delle dieci frasi che un autore ha sentito almeno  una volta nella vita e che non vorrebbe mai più risentire!
(ps. La lista non è affatto esaustiva, anzi, non escludo di arricchirla col tempo vista la scelta pressoché sconfinata. Se avete segnalazioni e suggerimenti mandatemeli)

  1. Non leggo autori contemporanei (si è autorizzati a toccarsi)
  2. Non sai quanto mi piacerebbe leggere il tuo romanzo ma non ho mai tempo (Anche se è disoccupato e non si perde nemmeno una puntata di Don Matteo)
  3. Non credo mi piacerà il tuo libro, sai io leggo solo Fabio Volo e il libro di Benji e Fede (Hai ragione, non ti piacerà)
  4. Ma lo trovo in libreria? (No solo dal ferramenta)
  5. Ma ci vai a presentarlo da Fazio? (Oh, guarda ci sono già stato troppe volte, stavolta ho detto di no io!)
  6. (dopo una presentazione) Mi spiace non fartelo firmare ma lo scarico in ebook più tardi, sai a casa non ho più posto dove tenerli… (Il tecnologico salva spazio)
  7. (dopo una presentazione) Ascoltandoti mi è proprio venuta voglia di leggerlo! Domani vado a comprarlo dal mio libraio che mi conosce e mi fa lo sconto. Sempre che tu non voglia regalarmelo… (Il braccino corto)
  8. (dopo una presentazione, a bassa voce) In questa libreria mi sono antipatici. Non gli voglio dare profitto. Lo ordino su Amazon che mi costa pure meno (L’amico del Giaguaro)
  9. Sai quanti ne ho da leggere? Quando li ho finiti, compro il tuo. (Aspetta e spera…)
  10. Ma scherzi? Io l’ho già letto il tuo libro! Carino. Ora non mi ricordo il titolo ma dimmi la verità: l’hai scritto davvero tu? (Mentendo sapendo di mentire)