Tag «Bassa»

Un mese all’ira funesta #irafunesta

Trenta giorni da oggi. Il mio nuovo romanzo, pubblicato da Rizzoli, e intitolato L’ira funesta sarà in libreria dal 9 gennaio 2013. Un modo per cominciare bene l’anno! Sarà un romanzo interamente ambientato nella Bassa, ironico e divertente. Nei prossimi giorni, e fino all’uscita, su questo blog e nella pagina facebook dedicata al romanzo, posterò …

Sessanta giorni al nuovo romanzo

Tanto manca all’uscita del nuovo romanzo che arriverà in libreria il 9 gennaio 2013 e sarà pubblicato sempre da Rizzoli. Le bozze sono state consegnate e corrette, la copertina è praticamente definita, il titolo anche, sei-sette presentazioni sono già state fissate e, insomma, siamo sulla rampa di lancio. Mancano ancora alcuni dettagli e si parte. …

Scosse – scrittori per il terremoto

Il 21 di novembre esce Scosse, un’antologia di 14 scrittori della Bassa i cui proventi saranno devoluti ai terremotati. L’editore è Felici. E vi posso dire che io ne sono il fiero curatore. Ma avremo modo di riparlarne ampiamente. Per ora vi dico che vale davvero la pena leggerla. La pagina facebook ufficiale dell’antologia è …

Summer time

Ci siamo anche quest’anno. Finalmente. Tre settimane off fra mare e montagna, con in mezzo qualche viaggio in auto per le strade d’Italia. E’ tutto pronto: la scorta di un centianaio di libri (ne leggerò cinque o sei ovviamente ma aver scoperto gli ebook sul tablet ti permette certi lussi…) e anche la scaletta per …

Milano Criminale raddoppia nella Bassa

Due presentazioni nella Bassa per il mio nuovo romanzo Milano Criminale (Rizzoli). La prima si terrà oggi alle 18.30 presso la storica libreria Di Pellegrini di Mantova, la seconda domani, sempre alle 18.30, questa volta presso la biblioteca comunale di Suzzara (Mantova), mia città natale e patria del NebbiaGialla. Sarà l’occasione per far conoscere la …

La mia Bassa sul Corriere della Sera

Oggi sull’allegato nazionale del Corriere della Sera, ITALIE, è stato pubblicato un mio pezzo dedicato alla Bassa. Cinquemila battute in cui ho cercato di raccontare la mia terra, i suoi cambiamenti, il grande fiume che l’attraversa, la gente che la popola, la nebbia d’inverno e l’umidità d’estate. Il cibo e le emozioni. Lo spazio era …