Radeschi e la sua arte da hacker salgono in cattedra alla Scuola Normale Superiore di Pisa!

Mai avrei immaginato che scrivere romanzi crime mi avrebbe portato a tenere una conferenza alla prestigiosa Scuola Normale Superiore di Pisa. Eppure è successo grazie a Enrico Radeschi, il mio personaggio hacker: sabato 8 ottobre a partire dalle 17 sarò protagonista di un evento intitolato LE REGOLE DELL’INDAGINE PERFETTA DALLA REALTÀ CRIMINALE ALLA FINZIONE DEL NOIR insomma la finzione diventa realtà. L’evento è inserito all’interno dell’Internet festival (il paradiso del nerd e, infatti, la mia anima da smanettone ne gioisce).
Ecco di cosa dibatteremo:

Cosa fa di un investigatore un buon investigatore? Che si tratti di un personaggio frutto della mente di una scrittrice o di un giornalista in carne ed ossa che indaga su criminalità organizzata e corporate crime, esistono per entrambi gli affilati strumenti del mestiere. I buoni, i cattivi, i mandanti, le vittime, gli indizi, le chiavi di lettura, lo schema narrativo e gli strumenti di indagine sono gli elementi a disposizione per tessere le trame e dipanare i fili del racconto del crimine reale o di finzione.

La mia giornata pisana, tuttavia, non si esaurirà qui. Io e Radeschi, infatti, a partire dalle ore 18 saremo ospiti alla Libreria Feltrinelli di Pisa per presentare il romanzo La confraternita delle ossa da cui è scaturito l’invito a questa bella iniziativa. Qui tutte le info.
Vi aspetto!

Torna Radeschi giornalista-hacker di Paolo Roversi

Questo il titolo scelto dalla Gazzetta di Mantova per presentare in anteprima il mio nuovo romanzo La confraternita delle ossa (che potete già preordinare su Amazon) in uscita l’8 settembre. Si tratta di una lunga intervista di cui svelo qualche curiosità sul libro in uscita.
Ecco le prime righe del pezzo:

Giovedì 8 settembre uscirà in tutte le librerie il nuovo romanzo di Paolo Roversi, scrittore e giornalista suzzarese, ideatore e direttore del festival di letteratura noir e poliziesca “Nebbia Gialla”. In esclusiva per la “Gazzetta”, l’autore presenta in anteprima La confraternita delle ossa (Marsilio editore). Romanzo che rappresenta il primo episodio (in gergo cinematografico si direbbe un prequel) di una serie con protagonista Enrico Radeschi, giornalista freelance ed esperto hacker. Il giovane, 27 anni, vive a Milano, dove si muove in sella a una Vespa gialla del 1974 chiamata “Il Giallone”. Ha due grandi passioni: il ficus benjamina e il suo cane Buk. Il nuovo thriller è il preludio ai romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, Premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Paolo Roversi è reduce dal grande successo Solo il tempo di morire (Marsilio), premio Selezione Bancarella e premio Garfagnana in giallo.

Per leggere l’articolo integralmente potete scaricare il pdf qui e ordinare il romanzo qui.