Radeschi e la sua arte da hacker salgono in cattedra alla Scuola Normale Superiore di Pisa!

Mai avrei immaginato che scrivere romanzi crime mi avrebbe portato a tenere una conferenza alla prestigiosa Scuola Normale Superiore di Pisa. Eppure è successo grazie a Enrico Radeschi, il mio personaggio hacker: sabato 8 ottobre a partire dalle 17 sarò protagonista di un evento intitolato LE REGOLE DELL’INDAGINE PERFETTA DALLA REALTÀ CRIMINALE ALLA FINZIONE DEL NOIR insomma la finzione diventa realtà. L’evento è inserito all’interno dell’Internet festival (il paradiso del nerd e, infatti, la mia anima da smanettone ne gioisce).
Ecco di cosa dibatteremo:

Cosa fa di un investigatore un buon investigatore? Che si tratti di un personaggio frutto della mente di una scrittrice o di un giornalista in carne ed ossa che indaga su criminalità organizzata e corporate crime, esistono per entrambi gli affilati strumenti del mestiere. I buoni, i cattivi, i mandanti, le vittime, gli indizi, le chiavi di lettura, lo schema narrativo e gli strumenti di indagine sono gli elementi a disposizione per tessere le trame e dipanare i fili del racconto del crimine reale o di finzione.

La mia giornata pisana, tuttavia, non si esaurirà qui. Io e Radeschi, infatti, a partire dalle ore 18 saremo ospiti alla Libreria Feltrinelli di Pisa per presentare il romanzo La confraternita delle ossa da cui è scaturito l’invito a questa bella iniziativa. Qui tutte le info.
Vi aspetto!

I dolori del giovane Radeschi: qualche anticipazione sul nuovo romanzo

Dieci anni di Radeschi e decimo romanzo. Un traguardo importante che vedrà la luce fra due mesi esatti, l’8 settembre quando arriverà in libreria La confraternita delle ossa – la prima indagine di Enrico Radeschi per l’editore Marsilio.
Perché la prima indagine? Perché quella che leggerete sarà la prima avventura in assoluto (in ordine temporale) del mio personaggio. Sarà quindi un prequel con una grande novità: la narrazione avverrà in prima persona perciò la storia verrà raccontata proprio da Enrico, giovane cronista di ventisei anni che arriva a Milano alla fine del 2001. Non è ancora un hacker, non possiede nemmeno la sua vespa del 1975, il Giallone, né il suo fedele cane Buk.
Questo perlomeno all’inizio del romanzo…
Per ora non vi svelo altro oltre alla trama che potete leggere qui.
Confraternita delle ossa - copertinaVi ricordo però che, in accordo con la casa editrice, abbiamo pensato a un premio per un gruppo selezionatissimo di lettori: la possibilità di leggere gratuitamente e in anteprima il nuovo romanzo!
Come ve lo spiegherò la settimana prossima su questo sito. Se volete essere sicuri di non perdervi l’articolo (per venire selezionati la velocità sarà tutto dato che i posti sono limitati) iscrivetevi al blog così da ricevere gli aggiornamenti via mail in tempo reale.