Tag «scrittori»

ScaffaliRoversi il podcast sui miti della letteratura

Si chiama #ScaffaliRoversi (dopo Delitti&Roversi la scelta del nome era quasi obbligata) ed è una serie di ritratti di scrittori (otto per questa prima stagione realizzata con Gli Ascoltabili) che mi hanno segnato e che trovate in formato #podcast gratuitamente sulle principali piattaforme come #Spotify #Itunes #spreaker ogni mercoledì fino ad agosto. Scrittori geniali e …

La Milano della mala (e del Drago) a Bookcity 2017

Dal 16 al 19  novembre 2017 si svolgerà a Milano una delle rassegne più attese dell’anno: BookCity. Io sarò protagonista di un paio di eventi. Uno mi vedrà nei panni di Lorenzo Visconti per parlare di Milano e della serie Dragon; l’altro in quelli di esperto di mala milanese dove parlerò di Milano Criminale e …

Ed è nuovamente NebbiaGialla #ng17

Siamo arrivati a undici. Quanti scrittori sono passati da Suzzara in questi anni? Trecento, forse. Quanti lettori? Be’ migliaia. E continuano ad aumentare, anno dopo anno. Ed io non posso che esserne felice. Il NebbiaGialla è diventato con gli anni il festival noir degli scrittori e dei lettori, un luogo in cui ritrovarsi e confrontarsi. …

Sindrome da Clark Kent ovvero pubblicare con pseudonimo

Avete scritto un romanzo. Avete anche trovato l’editore (magari mettendo a frutto questa strategia) e ora siete assaliti da un dubbio: pubblicare col vostro nome o con uno pseudonimo? L’argomento, come accade ultimamente, mi è stato suggerito da uno di voi che mi ha scritto: Mi sto avvicinando alla pubblicazione tramite il crowdfounding e vorrei usare …

I due ingredienti che servono per scrivere un bestseller

Per scrivere un buon libro, che ci auguriamo diventi un bestseller, occorrono due ingredienti fondamentali anche se solo una è veramente essenziale: uno stile dignitoso e una buona (meglio se ottima) idea. Questione di stile e di fantasia Lo stile vi caratterizza, dà un’impronta chiara alla vostra storia, vi fa riconoscere, può far brillare di luce …

Sei ragioni – più una – per cui gli scrittori vanno ai festival letterari

Alzarsi all’alba. Fuori diluvia pure. Prendere un metrò, poi un autobus e un aereo. Atterrare e, di nuovo, salire su un bus che ti porterà finalmente a destinazione, magari dopo un’ora di viaggio. Una volta lì, attendere il proprio momento, salire sul palco, presentare il proprio libro e poi prepararsi per la stessa trafila,  al contrario, …