Un’isola dove rifugiarsi
Pubblicato il 11.07.2010
Radeschi's version - il blog di Paolo Roversi

Coinvolgente è la costruzione dell’intreccio, che segue i diversi protagonisti quasi come in un montaggio filmico, fino all’incalzante finale. Paolo Roversi – il felice inventore del sito «Milanonera» – per una volta lascia a riposo Enrico Radeschi, il cronista e hacker che con il suo scooter Giallone, scorrazzando per Milano, ha dominato i suoi romanzi precedenti. Ma i nuovi protagonisti che mette in scena non sono da meno per personalità e simpatia. In questo giallo della collana promossa da Legambiente su ecomafie e dintorni, Roversi racconta la Bassa mantovana (dov’è nato) e Milano (dove vive) con grande abilità. Ancora una volta, impietosa e nitida è l’analisi del nostro mondo, dove abili operazioni di propaganda e indifferenza diffusa mascherano corruzione e malaffare. Resta, infine, la speranza che esista ancora un’isola dove rifugiarsi.

Questo è un estratto della recensione pubblicata da Il Giornale di Brescia lo scorso 10 luglio. Potete leggere l’intero articolo qui

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.