Va in scena il Taccuino…
Pubblicato il 06.11.2009
Radeschi's version - il blog di Paolo Roversi

Stasera 6 novembre (ma è già tutto esaurito) e domani 7 novembre alle ore 21 andrà in scena al Teatro delle Colonne (Corso di Porta Ticinese, 45 Milano), lo spettacolo teatrale Taccuino di una sbronza, tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore Paolo Roversi.

E’ la penna di Sergio Scorzillo, autore della commedia, a raccontarci questa storia. La riduzione teatrale è stata condotta rispettando l’andamento e lo spirito del romanzo – pubblicato da Kowalski- ed è contrappuntata da citazioni, liberamente rielaborate, riprese dagli scritti di Bukowski.

Lo spettacolo, diretto da Paola Scalas e prodotto dalla Compagnia Teatrale Nuova Pasticceria e DoppioSogno Progetti Teatrali, in collaborazione con MilanoNera Eventi, vanta l’importante collaborazione musicale dei Ridillo che hanno realizzato una canzone tratta da una poesia di Bukowski, e Daniele Bengi Benati che ha creato la colonna sonora, in parte originale e in parte rielaborando ad hoc pezzi già esistenti.

Non sempre gli addii al celibato finiscono nel modo giusto, specialmente quando scorrono fiumi di alcol. A Carlo Boschi, tranquillo trentenne e impiegato di banca modello, un bicchiere di troppo cambierà decisamente la vita.

Milano: le nozze sono fissate per il 12 marzo 1994.
Dublino: dieci giorni prima della cerimonia, Romeo,il miglior amico di Boschi, decide di fargli vivere un addio al celibato diverso e memorabile: tre giorni etilici nella capitale irlandese. Qui, in seguito ad una sbronza colossale, il promesso sposo cade in coma etilico. Quando si risveglia non è più lo stesso: è convinto di essere la reincarnazione del suo scrittore preferito, morto proprio quella notte: “My name is Charles, Charles Bukowski”. Possibile? Davvero?

Compagni di avventura di Carlo/Charles (Alberto Villa) sono l’amico di sempre Romeo (Massimo Barberi), Sara, la promessa sposa (Erica Nagel), Lisa, giovane attivista e nuova fiamma del protagonista (Monica Gianfreda), Walter, barista e amico dai tempi del liceo, e il Dottore (entrambi interpretati da Gigi Vitale).

Gli altri ingredienti dello spettacolo? Milano degli anni Novanta, i suoi pub, i suoi umori, la birra, la poesia, l’amore e, naturalmente, il grande Buk.
Non resta che scolarselo tutto d’un fiato. Cheers!

Taccuino di una sbronza- Prima Nazionale
6 e 7 Novembre, ore 21
Milano, Teatro alle Colonne, Corso di Porta Ticinese 45
Replica 21 novembre, ore 21 Seregno, Teatro Santa Valeria Via Wagner 85
Ingressi:
Intero € 15,00
Ridotto € 10,00 (Over 65, Under 25, Convenzionati, Gruppi)
Per info e prenotazioni:
info@nuovapasticceria.it
doppio-sogno@live.it
348 36 79 336

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.