Film sotto la neve
Pubblicato il 03.01.2008
Radeschi's version - il blog di Paolo Roversi

La neve, come annunciato da giorni, è arrivata anche qui a Milano.
Si sta bene in casa, considerato che oggi la sveglia è stata alle 11.30 e scusate se è poco ;)
In questi giorni di scrittura e buon riposo mi dedico alla lettura e alla visione compulsiva di film, di puntate di Simpons e di Senza Traccia.
Ho pensato di elencare qui di seguito alcune delle ultime pellicole che mi sono visto, giusto per dare qualche suggerimento.
Dunque, ecco i promossi.

Smokin’ Aces
Un bel filmone dove l’FBI combatte contro la Mafia, i cattivi, il mondo. Non che ci sia molto da capire in realtà ma si guarda senza pensare a niente godendosi gli effetti speciali e le sparatorie.
La promessa dell’assassino
Un bel film di David Cronenberg che forse comincia un po’ lento ma che alla fine prende. Mi è piaciuto Viggo e il buon Cassel che quando fa il cattivo è davvero imbattibile. Un film sulla Mafia russa a Londra. Non un capolavoro sia chiaro ma meglio di qualsiasi fiction targata Rai o Mediaset…
Notturno Bus
Discreto. Mastrandrea in genere mi piace e poi qui tutto è riscattato dalla coppia sgangherata di agenti dei servizi segreti. Da morire dal ridere il personaggio Garofano (Francesco Pannofino). Solo per lui vale la pena di vedere il film.

Più breve la lista dei bocciati.
Mi ha annoiato Beowulf (non so perché ma vedere Lambert con lo spadone mi ricordava Highlander) che ho interrotto. Stessa sorte è toccata anche ad Harrison Ford e al suo Firewall. Il solito film scontato dove i cattivi di turno gli rapiscono la famiglia per ricattarlo…

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.