Paolo Roversi finalista del premio Camaiore per la letteratura gialla 2007
Pubblicato il 27.06.2007
Radeschi's version - il blog di Paolo Roversi

Paolo Roversi è uno dei tre finalisti del prestigioso premio Camaiore per la letteratura gialla 2007.
Ecco la notizia riportata dall’Agenzia Giornalistica Italiana

Marcello Fois con “Memoria del vuoto”, Paolo Roversi con “La mano sinistra del diavolo”, e Katia Ferri con “La promessa” sono i finalisti dell’edizione 2007 del “Premio Camaiore di Letteratura Gialla”. Li hanno scelti, rispettivamente, le tre giurie – librai, giornalisti e tecnici – di un premio presentato questa mattina in Regione Toscana dall’assessore regionale a Bilancio e Finanze, Giuseppe Bertolucci e da Manuela Clerici, direttore generale della Fondazione “Citta’ di Camaiore”. Presente anche Giampaolo Simi, consulente tecnico del premio. Adesso – ha spiegato quest’ultimo – i volumi saranno consegnati all’ultima giuria: quella popolare, formata da trenta cittadini estratti a sorte, nel Comune, da un elenco di giurati”. Dopo una presentazione nei giorni di Ferragosto sulla passeggiata del Lido, il primo settembre votazione finale nell’urna con tanto di scrutinio thriller in diretta. Si sapra’ allora, sul palco del teatro dell’Olivo, chi avra’ vinto la quarta edizione di “un premio giovane ma gia’ affermato e con una apprezzabile scelta verso la qualita'”, come ha detto l’assessore Giuseppe Bertolucci motivando il patrocinio della Regione. Nato nel 2003, il premio – ha aggiunto Manuela Clerici – e’ riservato a opere di genere noir, thriller e poliziesco: un genere che appassiona un numero sempre crescente di lettori di ogni eta’ e ceto sociale. Negli ultimi dieci anni le vendite sono quintuplicate con una presenza di autori italiani passata dal 7 al 28%. L’anno scorso, su 1.193 titoli usciti, 502 erano di autori italiani: il 48% del mercato con un incremento del 25% rispetto al 2005.
La scorsa edizione del Premio e’ stata vinta da Alessandro Perissinotto, con “Una piccola storia ignobile”. Per la prima volta nella storia del “Camaiore” c’e’ una finalista: Katia Ferri, giornalista e saggista ma anche docente di comunicazione all’Universita’ di Pavia e autrice di una dozzina di saggi su risparmio e assicurazioni. Anche Paolo Roversi e’ un giornalista: lavora nel campo dell’informazione tecnologica.
Marcello Fois, il terzo finalista, scrive testi anche in campo teatrale, radiofonico e per la fiction televisiva. (AGI)

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.