Quattro giorni in Vespa per Milano sulle tracce de L’uomo della pianura
Pubblicato il 13.10.2009
Radeschi's version - il blog di Paolo Roversi

E’ tornato, rigorosamente in sella alla sua vespa gialla del ‘74.
Enrico Radeschi, il giornalista hacker, è alle prese con una storia di violenza, rapimenti e omicidi, ambientata tra la Bassa Padana e la Milano nera di ieri e di oggi. Tra bische clandestine, partite di eroina e giochi di potere, Radeschi affronta con coraggio e scaltrezza un criminale feroce: Hurricane. Crudele, spietato, imperturbabile. Il nemico pubblico numero uno.
Paolo Roversi, con il suo nuovo romanzo, L’uomo della pianura, torna prepotentemente sulla scena letteraria milanese. Dal 16 al 19 ottobre:  sei appuntamenti da non perdere!

Si parte venerdì 16 ottobre alle ore 21.30 al Frida Cafè (via Pollaiolo, 3) con il cocktail party a base di Mojito Radeschi.
Colonna sonora della serata affidata ai DAS, un duo che esegue musiche ispirate al romanzo: da L’uomo delle pianure dei Modena City Ramblers a Liberismo dei Baustelle, da Hurricane di Bob Dylan fino a La ballata di Cerutti Gino di Giorgio Gaber. per ogni copia del romanzo acquistata, un cocktail in omaggio.

Sabato 17 ottobre Radeschi si fa in tre.
Alle ore 11.00, Paolo Roversi presenta L’uomo della pianura presso lo Spazio MilanoNera della Libreria Mursia (via Galvani, 24).
Alle 17.00, l’autore sfreccia alla Libreria del Corso (corso Buenos Aires, 49), per incontrare i lettori e firmare le copie a bordo dell’inseparabile Vespa.
Paolo Roversi approda poi sui Navigli, dove alle 18.30 incontra il pubblico alla Libreria San Gottardo (corso San Gottardo, 35): in sella ad una Vespa del 1949.

Domenica 18 ottobre all’ Anadima (via Pavia, 10) è in programma un brunch con l’autore a base di guacamole, tortino di uova al bacon, riso e chili, cheesecake e bagel. Il costo del brunch è di 20 euro a persona. Aggiungendo 10 euro, sarà possibile acquistare anche una copia del romanzo.

L’ultimo appuntamento con Radeschi è lunedì 19 ottobre alle ore 18.30, alla Libreria Equilibri (via Farneti, 11), per sorseggiare un aperitivo chiacchierando con l’autore.

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.