I banditi della Milano criminale sbarcano in Sardegna al festival Leggendo Metropolitano
Pubblicato il 30.05.2016
Leggendo Metropolitano

Scrivere libri aiuta a viaggiare. Non solo con la fantasia ma anche fisicamente. Grazie a Solo il tempo di morire, uscito nel febbraio 2015, ho percorso l’Italia in lungo e in largo (l’anno scorso col premio Bancarella molte tappe proprio in questo periodo dell’anno).

Nella homepage del festival con una foto di qualche anno fa...
Nella homepage del festival con una foto di qualche anno fa…

A settembre esce il nuovo romanzo pertanto le prossime saranno davvero le ultime presentazioni di questo libro che tanta fortuna mi ha portato.
Quella più vicina in ordine temporale sarà venerdì 3 giugno in una città da cui manco da molti anni: Cagliari. L’ultima volta c’ero stato a presentare Niente baci alla francese nel 2008, credo. Sabato sarò ospite di un festival molto importante giunto quest’anno alla sua ottava edizione: Leggendo Metropolitano. Tra gli  invitati ci sono Floris, Costantini, Cacciari, Abbate e tanti altri ancora.

leggendo metropolitana programma

L’appuntamento è alle ore 19.30 in piazza San Giacomo con l’incontro dal titolo Milano capitale dalla doppia faccia dove a presentarmi sarà l’inossidabile Luca Crovi.

Ecco i dettagli dell’incontro:

Milano è una città dinamica, efficiente, ricca di occasioni. È il vero centro del potere economico, è l’Italia che si specchia nei grandi numeri dell’Expo. Ma cosa si nasconde dietro l’immagine da esportazione? Dopo la stagione di Tangentopoli, la corruzione ha smesso di erodere le sue fondamenta? C’è anche una storia scritta dalla malavita fra gli anni Sessanta e Ottanta, che mostra un ritratto vivido e potente delle premesse oscure del nostro presente. Sembra che Milano capitale economica sia anche diventata la capitale immorale della nostra nazione. È solo una fase di passaggio oppure si può cambiare rotta?

leggendo metropolitano

Vi aspetto!

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.