Nasce una nuova collana noir, Calibro9, ispirata a Scerbanenco
Pubblicato il 30.10.2013
Radeschi's version - il blog di Paolo Roversi

Giorgio ScerbanencoComincia per me una nuova avventura in giallo e noir. A partire da novembre, infatti, dirigerò una collana dedicata al poliziesco per l’editore Novecento che si chiamerà Calibro 9.  Il nome, come avrete intuito, è un esplicito omaggio a Giorgio Scerbanenco perché, per la scelta dei romanzi da pubblicare mi ispirerò proprio a lui, il maestro indiscusso – e insuperato per quanto mi riguarda – del giallo italiano.
Dedicherò particolare attenzione alle storie metropolitane, quelle che raccontano le grandi città italiane – Milano, Roma, Torino, Napoli e così via – e ne descrivono il lato oscuro.
Saranno essenzialmente romanzi di tre tipi: gialli classici, noir d’atmosfera o polizieschi puri di quelli, per intenderci, con l’investigatore alla Duca Lamberti o, tanto per stare in tema con un maestro d’Oltralpe, il commissario Maigret.

logo_Calibro_9Il prezzo dei volumi sarà contenuto, sotto i dieci euro, e anche sul numero di pagine ho le idee chiare: sono alla ricerca di testi veloci, immediati, “da bere in fretta” insomma, proprio come i romanzi di Georges Simenon o dello stesso Giorgio Scerbanenco.
Sarà una collana dalla parte dei lettori di crime, tradizionalmente molto esigenti. Lettori in cerca di atmosfere, suspense e di storie che, al tempo stesso, li stupiscano, li divertano e li intrighino. Io cercherò di scovare proprio queste storie per la collana Calibro 9.

 

Social

Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo).
Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia).
Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli).
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti.
Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi.
È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.
Social
Scopri il nuovo romanzo di Paolo Roversi: La confraternita delle ossa (Marsilio)

Autore: Paolo Roversi

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). Nel 2016, sempre con Marsilio, ha pubblicato La confraternita delle ossa, il primo episodio di una serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi che comprende anche i romanzi: La marcia di Radeschi (Mursia), La mano sinistra del diavolo (Mursia, premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007), Niente baci alla francese (Mursia) e L’uomo della pianura (Mursia). Gli altri suoi romanzi sono Taccuino di una sbronza (Morellini), PesceMangiaCane (Edizioni Ambiente) e L’ira funesta (Rizzoli). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.