Dieci frasi che uno scrittore ha sentito almeno una volta nella vita (e che non vorrebbe risentire)

Le abbiamo sentite tutti. Alcune più spesso di altre. In diverse varianti, con parole o concetti simili. Ecco una selezione delle dieci frasi che un autore ha sentito almeno  una volta nella vita e che non vorrebbe mai più risentire!
(ps. La lista non è affatto esaustiva, anzi, non escludo di arricchirla col tempo vista la scelta pressoché sconfinata. Se avete segnalazioni e suggerimenti mandatemeli)

  1. Non leggo autori contemporanei (si è autorizzati a toccarsi)
  2. Non sai quanto mi piacerebbe leggere il tuo romanzo ma non ho mai tempo (Anche se è disoccupato e non si perde nemmeno una puntata di Don Matteo)
  3. Non credo mi piacerà il tuo libro, sai io leggo solo Fabio Volo e il libro di Benji e Fede (Hai ragione, non ti piacerà)
  4. Ma lo trovo in libreria? (No solo dal ferramenta)
  5. Ma ci vai a presentarlo da Fazio? (Oh, guarda ci sono già stato troppe volte, stavolta ho detto di no io!)
  6. (dopo una presentazione) Mi spiace non fartelo firmare ma lo scarico in ebook più tardi, sai a casa non ho più posto dove tenerli… (Il tecnologico salva spazio)
  7. (dopo una presentazione) Ascoltandoti mi è proprio venuta voglia di leggerlo! Domani vado a comprarlo dal mio libraio che mi conosce e mi fa lo sconto. Sempre che tu non voglia regalarmelo… (Il braccino corto)
  8. (dopo una presentazione, a bassa voce) In questa libreria mi sono antipatici. Non gli voglio dare profitto. Lo ordino su Amazon che mi costa pure meno (L’amico del Giaguaro)
  9. Sai quanti ne ho da leggere? Quando li ho finiti, compro il tuo. (Aspetta e spera…)
  10. Ma scherzi? Io l’ho già letto il tuo libro! Carino. Ora non mi ricordo il titolo ma dimmi la verità: l’hai scritto davvero tu? (Mentendo sapendo di mentire)

 

 

 

 

Le librerie indipendenti chiudono e noi andiamo troppo veloci

Una quindicina di anni fa, prima d’iniziare a scrivere, facevo il libraio.
Un lavoro meraviglioso che, purtroppo, sta sparendo.
Sono di questi giorni le notizie di nuove librerie indipendenti che chiudono qui a Milano.
Dopo la Libreria del Corso in corso San Gottardo, la Libreria del Corso in corso Buenos Aires entro fine aprile toccherà alla Libreria Puccini abbassare le saracinesche. Tre luoghi che ho frequentato e amato. Librerie dove ho presentato i miei romanzi, incontrato lettori, discusso con i librai…

Firmacopie alla libreria Puccini
Firmacopie alla libreria Puccini

Perché chiudono?

Le ragioni di queste chiusure sono diverse e non facilmente riassumibili. Diciamo che le librerie di catena, le librerie online, gli ebook e gli smartphone che tolgono tempo alla lettura sono le principali ragioni di questo allontanamento del pubblico dalle librerie indipendenti.Adesso o mai più

Ma non sarà che siamo cambiati anche noi?

Voglio dire, quando facevo il libraio io, nella Bassa in un piccolo centro, Suzzara, chi entrava in libreria e ti chiedeva un certo libro sapeva che, a meno che non si trattasse del bestseller del momento, quasi sempre avrebbe dovuto attendere qualche giorno, magari anche una settimana, per poterlo avere fra le mani. C’era il gusto dell’attesa. Si pregustava con pazienza il momento in cui il romanzo desiderato sarebbe arrivato e avremmo potuto leggerlo.
Oggi no: adesso viviamo nell’epoca del tutto e subito. Se non lo troviamo adesso in libreria allora possiamo ordinarlo online (ai miei tempi Amazon non esisteva) o magari scaricarlo direttamente in ebook ed averlo in pochi secondi.Narcos netflix

Il piacere del piacere che dovrebbe essere esso stesso piacere ormai non c’è più

L’attesa del piacere è diventata un concetto obsoleto, superato.
Oggi viviamo nell’epoca dell’iperconnettività, delle serie televisive che grazie a Netflix arrivano complete: dieci episodi da consumare come fossero un unico film, magari chiudendosi in casa per l’intero weekend (a me è successo con Narcos). Se è così che tempo e spazio resta per la lettura?Viaggiare e leggere

Viaggiare leggendo

Se nei viaggi in treno, in aereo, in metrò non ci portiamo più un libro ma giochiamo col tablet o passiamo il tempo su Facebook o sui vari social, che tempo ci resta per leggere?
Forse la colpa delle librerie che chiudono è anche nostra che abbiamo perso il gusto dell’attesa, il piacere della lentezza.
Non sappiamo più che sapore abbia la lettura perché tutto deve essere immediato, veloce, subitaneo e forse non abbiamo più tempo di gustarci nulla ma solo la brama di assaggiare tutto in fretta senza soddisfazione alcuna.

 

Parte il #Soloiltempodimorire summer tour (in attesa del Bancarella)

La premiazione di Paolo Roversi a CesenaI libri ti fanno girare il mondo. E ti regalano emozioni. A quattro mesi dall’uscita (domani, 12 giugno sono 4 mesi esatti che il mio romanzo è in libreria) Solo il tempo di morire continua a regalarmi soddisfazioni. La settimana scorsa, nella splendida cornice della biblioteca Malatestiana di Cesena, mi hanno consegnato il Premio Selezione Bancarella 2015.
Quando scrivevo dei miei banditi milanesi  anche solo immaginare questo traguardo prestigioso, mi sarebbe sembrato quasi impossibile… E invece oggi ci siamo e siamo in gara per la vittoria finale del 19 luglio a Pontremoli. Prima, però, c’è giugno, un mese intenso dove porterò il mio romanzo in tanti posti. Li ho contati: dieci. Dieci città, dieci presentazioni, dieci incontri in cui raccontare la mala degli anni Settanta. Dieci presentazioni per il #Soloiltempodimorire summer tour.
Si comincia lunedì 15 giugno a Sesto San Giovanni, poi mercoledì 17 a Novara e venerdì 19 a Carrara con gli altri autori della sestina del Bancarella. Sabato 20 sarò a Savona per la Notte bianca dei libri e poi via a Salerno il 25 e il 26 con una puntata a Sorrento, il 27 a Monterotondo e Avezzano, il 28 a Frosinone…
Leggendo si viaggia eccome!

Le classifiche e gli appuntamenti della settimana con #Soloiltempodimorire

lirus_classifica_2202Il nuovo romanzo comincia a far parlare di sé (qui sopra  la classifica della Libreria Lirus di Milano dove Solo il tempo di morire è terzo assoluto, e qui sotto quella della Libreria del Corso, sempre a Milano, dove è ottavo).
Il romanzo, però, sta anche viaggiando e solo per la settimana in corso ci sono in programma tre eventi  rispettivamente a Cantù, Voghera, Vercelli.
Si comincia giovedì 26 alle 20.30 a Cantù al Mangia Come Scrivi. Tutte le info qui.
Si prosegue venerdì  27 alle ore 21.00 a Voghera in un evento promosso dalla libreria Ticinum. Info qui.
Si chiude sabato 28 alle ore 18.00 a Vercelli alla Libreria Mondadori. Info qui.

La classifica della Libreria del Corso a Milano: Solo il tempo di morire è ottavo

 

L’ira funesta in tour: 15 appuntamenti. Si parte venerdì 11 gennaio. Tutte le date

presentazioni
Parte venerdì 11 gennaio L’ira Funesta Tour e toccherà molte città del nord italia. Ecco la lista completa: Vercelli, Biella, Novara, Milano (due volte il 15 e il 24 gennaio), Como, Busto Arsizio, Mortara, Parma, Omegna, Alessandria, Suzzara, Genova, Savona e Mantova

Qui sotto l’elenco completo degli appuntamenti con orari, luoghi e relatori. Vi aspetto e vi ricordo che se volete proporre una presentazione o un evento scrivete a questo indirizzo.

15 gennaio 2013 presentazione alla Feltrinelli di corso buenos aires a Milano

Venerdì 11 gennaio, ore 18, Libreria Mondadori, Vercelli
Presenta Simone Sarasso

Sabato 12 gennaio, ore 11, Libreria Giovannacci, Biella
Presenta Eleonora Boggio

Sabato 12 gennaio, ore 18, Libreria Lazzarelli, Novara
Presenta Simone Sarasso

Martedì 15 gennaio, ore 18.30, Libreria Feltrinelli corso Buenos Aires, Milano
Presentano Luca Crovi e Stefano Chiodaroli

Giovedì 17 gennaio, ore 18, LIbreria Ubik, Como
Presenta Dario Campione

Venerdì 18 gennaio, ore 18, Libreria Ubik, Busto Arsizio
Presenta Sara Magnoli

Sabato 19 gennaio, ore 17, Libreria Ubik, Mortara
Presenta Sandro Passi

Martedì 22 gennaio, ore 18, Libreria Feltrinelli, Parma
Presenta Davide Barilli

Giovedì 24 gennaio, ore 21, Spazio AVIREX via comelico 24, Milano Anteprima nazionale e proiezione cortometraggio L’ira funesta
Intervengono Stefano Chiodaroli e Sergio Scorzillo

Venerdì 25 gennaio, ore 18, Libreria Ubik, Omegna

Sabato 26 gennaio, ore 18, Libreria Ubik, Alessandria

Sabato 2 febbraio, ore 19.45, NEBBIAGIALLA SUZZARA NOIR FESTIVAL

Venerdì 8 febbraio, ore 18, Libreria Books in, Genova
Presenta Bruno Morchio

Sabato 9 febbraio, ore 18, Libreria Ubik, Savona
Presenta Bruno Morchio

Sabato 16 febbraio, ore 18, Libreria di Pellegrini, Mantova